Porta Portese è il mercato di Roma per eccellenza. Un luogo tipicamente romano, che è stato fonte d’ispirazione per registri, scrittori e cantanti.

Il mercato di Porta Portese è sorto intorno al 1945 come nuova sede della borsa nera che si teneva a Campo de’ Fiori. In questo luogo, nel dopoguerra, “i romani de Roma” potevano vendere, comprare e barattare gli oggetti più strani. Come tutti i mercatini delle pulci, anche questo mercato offre qualsiasi tipo di cianfrusaglia, libro, antiquariato, giocattolo, disco, mobile, cosmetico e cartoline d’epoca.

Il mercato apre i battenti tutte le domeniche alle 6:00 della mattina fino alle 14:00 e i migliori affari si fanno proprio all’orario di apertura o di chiusura del mercato. Il mercato delle pulci romano era rinomato anche per i giocatori delle tre carte che ancora oggi riescono ad ingannare l’ingenuo di turno. Sarà difficile comunque uscirne dal dedalo di banchi senza rimanere affascinati dall’atmosfera romanesca.