“Il cimitero è uno spazio aperto tra le rovine, ammantato d’inverno di violette e margherite. Potrebbe far innamorare qualcuno della morte, pensare di essere seppelliti in un posto così dolce”.

Queste sono le parole con le quali Percy Byssie Shelley descrive il cimitero acattolico di Testaccio, un luogo romantico, dove arte, bellezza e natura intessono una trama ricca di suggestioni e di richiami al passato: qui infatti sono sepolti poeti, scrittori, artisti, musicisti e politici non cattolici dal ‘700 fino ai nostri giorni  tra cui quelle del poeta inglese John Keats, le stesse ceneri di Percy Shelley, che morì al largo della costa tirrenica fra la Liguria e la Toscana e fu cremato sulla spiaggia vicino a Viareggio, lo storico Antonio Gramscidel figlio dello scrittore Johann Wolfgang von Goethe, August, morto nel 1830 a 40 anni, ornata con la scritta “Goethe Filius” gli scrittori Carlo Emilio Gadda, Miriam Mafai e Luce d’Eramo, l’attore Arnoldo Foà e il poeta Dario Bellezza, il sepolcro di famiglia dell’artista di origini norvegesi Hendrik Andersen, l’amatissimo scrittore Andrea Camilleri, morto a Roma nel 2019.

Conosciuto a Roma con il nome di Cimitero Protestante o come Cimitero degli Inglesi, o anche Cimitero degli Artisti e dei Poeti, è uno dei luoghi di sepoltura tutt’ora in uso più antichi in Europa. Si trova in prossimità della Piramide di Gaio Cestio e delle monumentali Mura Aureliane. Viene utilizzato a partire dal 1716 circa: a questa data risale infatti il permesso concesso da Papa Clemente XI, per membri della Corte Stuart in esilio dall’Inghilterra, ad essere sepolti di fronte alla Piramide. Permesso poi esteso ad altre persone di fede non cattolica . Nel 1918 viene dichiarato Zona Monumentale d’Interesse Nazionale.

Negli anni il numero delle persone sepolte aumenta fino ad arrivare a quasi 4000: per lo più inglesi e tedeschi, ma anche americani, scandinavi, russi, greci e qualche orientale, di tutte le confessioni religiose dall’Islam, allo Zoroastrismo, dal Buddismo al Confucianesimo.

Indirizzo

Via Caio Cestio, 6

Email: mail@cemeteryrome.it

Email: ornella.forte@cemeteryrome.it (prenotazione visite guidate di gruppo)

Fax: +39 06 5741320

Sito web:  www.cemeteryrome.it

Telefono: +39 06 5741900

Orario

Lun-sab ore 9.00 – 17.00 (ultimo ingresso ore 16.30)
Domenica e festivi ore 9.00 – 13.00 (ultimo ingresso ore 12.30)